Evoluzione dei top brand globali dal 2000 ad oggi: è l’hi-tech a volare in classifica

evoluzione-top-brand-750x421

Dall’automotive all’hi-tech, passando per l’industria alimentare e la moda, ecco i top brand globali che tra alti e bassi resistono alla giostra del mercato. Apple (+16%), Google (+10%), Amazon (+56%), McDonald’s, Ferrari (+18%), Louis Vuitton (+23%), Netflix (+45%). Tutti con il segno più davanti ai dati delle performance stando a quanto pubblicato, per il 2018, da Interbrand, società di consulenza a livello mondiale. Con una rete di 18 uffici in 14 paesi del mondo, la società edita ogni anno gli influenti rapporti Best Global Brands e Breakthrough Brands.

Nel 2018, segno meno, invece, per altri global brand come IBM (-8%), Coca-Cola (-5%), Kellog’s (-3%) e Hewlett Packard (-9%). Ma di società di statistica ne è pieno il mondo anche se le classifiche confermano sostanzialmente i dati. Così se Coca-Cola per Interbrand ha chiuso il 2018 con un -5%, secondo WPP e Kantar Millward Brown l’azienda ha chiuso a -2%. Insomma, siamo lì.

Ma come si sono performati i top brand globali, diciamo, nell’ultimo ventennio (non ancora concluso)? Dal 2000 al 2019 in testa alle classifiche del valore espresso in milioni di dollari sono stati Apple, Google, Coca-Cola e IBM (fonte Interbrand), ma sono andati molto bene anche Samsung, Mc Donald’s e Toyota. A scalare maggiormente il mercato in questi 19 anni, neanche non lo potessimo immaginare, sono state le aziende hi-tech che hanno sorpassato marchi del passato per altro affermatissimi.

Per capire l’evoluzione, ecco la grafica animata messa a punto dalla società di consulenza che fornisce anche un’indicazione piuttosto precisa di dove si debba investire oggi. E la classifica 2018 Best Global Brands, l’ultima e più aggiornata disponibile attualmente sul mercato, non fa che confermare la tendenza degli ultimi 4 lustri: il brand dalle migliori performance in senso globale è stato Apple, seguito da Google, Microsoft, Facebook e Amazon, definito da Forbes addirittura da crescita stellare. E inizia il toto scommesse per il 2019. Sarà sempre  l’azienda guidata da Jeff Bezos a generare le migliori prestazioni sul mercato? O l’azienda fondata nel 1976 da Steve Jobs non smetterà di guidare la classifica?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui