Gli italiani under 30 più influenti secondo Forbes

forbes-30-under-30-696x407
Forbes 30 under 30 Europe 2019

Chi sono i 13 talenti italiani presenti nella lista “30 under 30 Europe” di Forbes.

Le liste di Forbes sono da sempre le più attese, in particolar modo, quella dedicata ai giovani talenti che, potenzialmente, hanno tutte le caratteristiche per poter cambiare il mondo, o comunque renderlo un posto migliore.
Sono ben 12 i talenti italiani che compaiono nella lista “30 under 30 Europe” divisa nelle seguenti categorie: arte e cultura, finanza, media e marketing, scienze e medicina, sport, intrattenimento, industria e tecnologia, commercio e vendita online e imprenditori social.

Ma chi sono le giovani promesse italiane?

Andrea Mongia
Abruzzese di nascita e romano di adozione, Andrea Mongia si diploma in illustrazione allo IED nel 2011.
Le sue illustrazioni sono state pubblicate da numerose testate giornalistiche autorevole, tra cui: New Yorker, New York Times, The Guardian, Economist, the Boston Globe, The Wall Street Journal, The Sunday Times Magazine, l’Obs, Architectural Digest, Groundwood Books, Loescher Editore, rivista Studio, rivista Undici, Donna Moderna, Biancoenero Edizioni.
Ha esposto le sue creazioni sia in Italia che negli Stati Uniti ed è membro dello Studio Pilar.
È presente nella categoria “Arte e Cultura”.

Giovanni Rastrelli
Nella stessa categoria troviamo il 28enne torinese Giovanni Rastrelli. Diventato amministratore delegato di EDIT (Eat Drink Innovate Together) – uno spazio polifunzionale che accoglie al suo interno un caffè, una panetteria, un birrificio, un cocktail bar, ristoranti e cucine in affitto – nel 2017 quando aveva solo 26 anni.
La società conta circa 70 dipendenti, fino ad oggi ha ottenuto 6 milioni di dollari di finanziamenti e nel 2018 ha fatturato circa 4 milioni di dollari, una stima destinata sicuramente a crescere nel 2019.

Giacomo Rovero
Nato a Piacenza 21 anni fa, Giacomo Rovero ha iniziato la sua carriera da ballerino da giovanissimo, tanto da aggiudicarsi nel 2011, a soli 13 anni, la medaglia d’oro al Youth America Grand Prix di New York.
Nel 2017 è stato l’unico italiano ad entrare a far parte del Royal Ballet di Londra.
Nonostante la sua giovane età ha già danzato nei più importanti teatri internazionali.

Francesco Corea
Francesco Corea è il Vicepresidente di Four Trees MP di Madrid. Esperto di intelligenza artificiale, il 29enne sta sviluppando un modello di apprendimento automatico per la valutazione – calcolando le probabilità di successo – delle aziende in fase di start up.

Riccardo Patriarca
29 anni, ricercatore a La Sapienza di Roma, Riccardo Patriarca si occupa di gestione dei rischi; nella fattispecie studia diversi modi per rendere più sicure tutte le interazioni tra uomo e macchina, ad esempio nella neurochirurgia o nelle cabine di pilotaggio durante le emergenze.
Ha lavorato con grandi organizzazioni, come l’Enav e la compagnia aerea australiana Qantas.

Davide Dattoli
Unico italiano a comparire nella categoria “Tecnologia e Innovazione”, Davide Dattoli ha fondato, nel 2011 a Brescia, Talent Garden, un’azienda che si occupa di portare il coworking non solo nelle grandi capitali europee ma anche in posti come Bucarest, Romania e Kaunas, in Lituania.
L’azienda vanta 23 sedi in 8 Paesi, 3500 membri e finora ha raccolto ben 60 milioni di euro di investimenti.

Lucrezia Bisignani
Forse tra tutti i talenti presenti in questa lista, il nome di Lucrezia Bisignani spicca in particolar modo per il nobile obiettivo che vuole raggiungere con la sua azienda. Infatti, ha fondato Kukua, una società di intrattenimento educativo, attraverso il quale – seguendo le gesta eroiche di Sema una giovane ragazza africana – ha l’obiettivo di sconfiggere l’analfabetismo in Africa.
Presto la protagonista del gioco diventerà anche il personaggio principale di una serie tv.

Arianna Fontana
Unica italiana a comparire nella categoria “Sport” e, probabilmente, la persona più famosa tra quelle presenti nella lista degli under 30, Arianna Fontana, pattinatrice di short track, ha collezionato ben 8 medaglie olimpiche invernali (cinque di bronzo, due argento e un oro) e 14 medaglie ai campionati mondiali di pattinaggio di velocità (sette di bronzo, sei d’argento e un oro).

Domenico Colucci e Giangiuseppe Tateo
Domenico Colucci e Giangiuseppe Tateo, entrambi 29enni, sono i cofondatori di NEXTOME, un’app innovativa per smartphone che permette lo spostamento in grandi edifici come un comunissimo navigatore GPS per auto. L’applicazione sfrutta i sensori Bluetooth e la tecnologia beacon per guidare gli utenti.

Nunzio Yari Cecere
L’azienda di Nunzio Yari Cecere sta rivoluzionando il mercato del real estate. La Cecere Management, si dedica alla crescita di alloggi eco-sostenibili; la holding è stata avviata nel 2012, quando aveva 18 anni, insieme a suo padre e a soli 24 anni aveva già raggiunto la costruzione di 100 unità.

Guido Zichittella
Con il finanziamento dell’ETH di Zurigo e della “Swiss National Science Foundation”, Guido Zichittella sta sviluppando una tecnologia per ridurre le emissioni di anidride carbonica rilasciate quando il gas naturale viene bruciato negli impianti di produzione di energia e chimici. Zichittella e due colleghi mirano a far sì che sia un “impianto su ruote” che convertirà il gas naturale in loco, piuttosto che trasportarlo attraverso condutture.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui